54

Non dopoguerra solo un altra guerra Il mondo diviso in blocchi in realt ideologie e frontiere si stanno gi sgretolando merci e droga non conoscono confini Dalla Dalmazia a Mosca a Hollywood da Napo

  • Title: 54
  • Author: WuMing
  • ISBN: 9788806162030
  • Page: 395
  • Format: Paperback
  • Non dopoguerra, solo un altra guerra Il mondo diviso in blocchi, in realt ideologie e frontiere si stanno gi sgretolando merci e droga non conoscono confini Dalla Dalmazia a Mosca a Hollywood, da Napoli alla Francia, da Bologna a Trieste, tra balere, viaggi clandestini oltrefrontiera e incontri di pugilato, una folla di protagonisti, spinti da una corrente che lNon dopoguerra, solo un altra guerra Il mondo diviso in blocchi, in realt ideologie e frontiere si stanno gi sgretolando merci e droga non conoscono confini Dalla Dalmazia a Mosca a Hollywood, da Napoli alla Francia, da Bologna a Trieste, tra balere, viaggi clandestini oltrefrontiera e incontri di pugilato, una folla di protagonisti, spinti da una corrente che li travolge e li supera, si muove verso uno sbocco ignoto Nuovi eretici, ex partigiani, contrabbandieri, narcotrafficanti, agenti segreti, figli in cerca di un padre si muovono e si sfiorano, inconsapevoli pedine di un grande disegno Tra loro c Cary Grant, l attore che da due anni non gira un film, il grande di umili origini la cui eleganza diventa il metro di misura della dignit personale, sull orlo di una grande onda che sta per travolgere tutto Sui flutti, come la bara in Moby Dick, galleggia un misterioso televisore, simbolo di progresso tecnologico e di radioso avvenire, che unisce le scene pi diverse al ritmo di una travolgente commedia degli equivoci.

    Aug , The studio executives who ruined the first release version of this film in have a lot to answer for, but the director has had the last word and proved he was right all along, with the new Director s Cut which I saw at the Sydney Film Festival tonight , which is an ENTIRELY different and improved experience. film Rotten Tomatoes Mark Christopher wrote and directed this look back at the Disco Era when the popular Studio was at its apogee in the late s. Watch Prime Video Jun , Having seen the original release of several times, the Directors Cut just extends the debauchery of the disco nights at Studio , particularly the personal life of Ryan Phillippe s bartender character, who is sexually ambiguous and does heavier drugs such as freebasing cocaine. definition of by The Free Dictionary being four than fifty fifty four, liv cardinal being or denoting a numerical quantity but not order cardinal numbers Tell a friend about us, add a link to this Ryan Phillippe, Salma Hayek, Sela Ward Jun , When Steve Rubell Myers , the mastermind behind New York s infamous STUDIO disco, plucks young Shane O Shea Ryan Phillippe, GOSFORD PARK, CRUEL INTENTIONS from the sea of faces clamoring to get inside his club, Shane not only gets his foot in the door but lands a coveted job behind the bar number YouTube Aug , When Steve Rubell Myers , the mastermind behind New York s infamous STUDIO disco, plucks young Shane O Shea Ryan Phillippe, GOSFORD PARK, CRUEL INTENTIONS from the sea of faces clamoring to ONE GUY, VOICES With Music Drake, TP, P ATD, Puth Mar , videos Play all Mix ONE GUY, VOICES With Music Drake, TP, P ATD, Puth, MCR, Queen Famous Singer Impressions YouTube One Guy, Voices My Review Duration Studio Studio is a former nightclub and currently a Broadway theatre, located at West th Street, between Eighth Avenue and Broadway in Midtown Manhattan, New York City.The building opened in as the Gallo Opera House It operated as an entertainment venue under various names until , when CBS began using it as a radio and television studio dubbed Studio .

    • Unlimited [Chick Lit Book] Ç 54 - by WuMing ↠
      395 WuMing
    • thumbnail Title: Unlimited [Chick Lit Book] Ç 54 - by WuMing ↠
      Posted by:WuMing
      Published :2020-01-17T16:06:50+00:00

    About “WuMing

    • WuMing

      Wu Ming extended name Wu Ming Foundation is the collective pen name of four Italian writers Roberto Bui, Giovanni Cattabriga, Federico Guglielmi and Riccardo Pedrini, respectively known as Wu Ming 1 , Wu Ming 2 , Wu Ming 4 and Wu Ming 5 Wu Ming means anonymous in Chinese Although their real names are not secret, the four authors never use them The quartet was a quintet until 2008, when Luca Di Meo aka Wu Ming 3 left the group Wu Ming had previously been using another pen name Luther Blissett author show Under that nom de plume, Wu Ming wrote the novel Q.Each member of the group also writes as an individual author Wu Ming 1 author show Wu Ming 2 author show Wu Ming 4 author show Wu Ming 5 author show

    171 thoughts on “54

    • Lunga vita ai libri wu mingMi chiedo: se fossi una “colta”, sarei andata in solluchero per questa spy story tutta parodica delle vecchie e benemerite commedie all’italiana e con pure una abbondante spruzzata dei thriller alla francese?Una colta, dopo essersi persa – nel senso di vaghe stelle dell’orsa – nella città di Dublino per quasi trenta giorni, potrebbe concedersi meno che l’Orestea in greco antico?Beh, sono felice di non essere colta: mi sarei persa il divertimento puro che [...]


    • 54 fa riferimento al 1954, un anno foriero di eventi e figure caratteristiche del periodo.54 si sviluppa, non solo su una serie di location, da Los Angeles a Napoli, a Bologna, ma anche su una serie di personaggi che comprendono quegli anni: da Tito a McCarthy sino a Cary Grant. In mezzo a tutte queste figure reali, si ergono alcuni personaggi che sono l'essenza del romanzo e che aiutano nella costruzione del libro.Per quanto abbia apprezzato la caratterizzazione di alcuni personaggi (Cary Grant [...]


    • 54 è il secondo romanzo di Wu Ming che ho letto, dopo Q, e devo dire che mi sono spesso divertita, durante le entrambi letture, a immaginarmi le discussioni hot tra gli autori che l’hanno scritto, mentre si attribuivano le storie, cercavano ganci narrativi appropriati oppure facevano delle ricerche sugli eventi storici da distorcere oppure contradire come si addice a ogni opera postmodernista degna del suo nome. Un’amica mia, nella sua eccellente recensione su GoodReads, aveva paragonato la [...]


    • Avete presente quella maniera di mischiare le carte da gioco dividendole in due mazzetti simili? Magari ha anche un nome, ma io non lo conosco. Ad ogni modo si fa così. Si prende l’intero mazzo e lo si suddivide in due mazzetti di altezza pressoché identica, affiancandoli poi sul tavolo lungo il lato più corto. Con il medio, l’anulare e il mignolo di entrambi le mani si mantengono in posizione i lati esterni e, mentre le nocche degli indici esercitano una pressione verso il basso, i polli [...]


    • Attenzione: la profondità e la bellezza del romanzo sono inversamente proporzionali alla lunghezza del titolo"E il tempo è tanto, ragazzo, adesso non ti sembra, ma quando arrivi alla mia età e ti volti indietro, ti accorgi di tutto il tempo che è passato e di tutto quello che ti è successo e allora lo capisci da solo. Che il tempo è l'unico capitale che abbiamo." Pag. 485È una storia sul tempo. Non solo sugli anni cinquanta. È una fotografia che rimane appesa sul muro di un bar, dove un [...]


    • Signori e signore ci troviamo di fronte ad un Opus Magnum.Il collettivo Wu Ming questa volta mira alto e, non sorprendentemente, riesce a fare centro.Anno di grazia 1954. Sullo sfondo della guerra fredda, in un'Italia alle porte del boom economico, si intrecciano le storie di persone sconosciute come Robespierre Capponi, figlio di partigiano e re delle balere bolognesi, o Salvatore Pagano, scugnizzo napoletano, e di miti della storia e del cinema come il dittatore jugoslavo Tito, Cary Grant e il [...]


    • great adventure/crime/political/family saga/historical novel written by wu ming in Italian and translated into english. you'll notice all the slashes, as wu ming is really 5 different authors, so you can imagine the complications that may add. takes place in cold-war italy, but tries to "explain" what;s going on within the context of all that had happened in europe for the past 50 years or so. it's funny how Europeans just assume one knows all about history and geography and they make that integ [...]


    • sa di racconti del nonno, del dopoguerra. e della nonna, della jugoslavia. e di quel bar all'angolo dove ancora si gioca a boccette e si allungano le gambe sotto i tavoli di legno, sotto il pergolato a giocare a scopone. o del circolo famigliare di unità proletaria, dove "l'unica cosa che posso bere qui è una cedrata tassoni (cit)"altà e fantasia si intrecciano assurdamente, tutto è verosimile, non so dove sia il confine tra la ricerca storica e il romanzo, ma poco importa. perché le emozio [...]


    • Great fun with multiple storylines that overlap against the backdrop of Cold War intrigue, pulp crime, and the political disillusionment of the Italian working class. The scenes in the Bar Aurora are especially wonderful. Frequent changes of location, perspective and the large cast of characters are a bit confusing initially, but don't let those deter you. Other perks - short chapters, which are nice for those who read on public transport. And it's available free for download on the authors' web [...]


    • Trentaquattresimo GdL della Stamberga (/topic/show/Settimana dall'1 al 7 ottobre: Antefatti; Parte I: Capitoli 1-24Settimana dall'8 al 14: Capitoli 25-54 (Parte I)Settimana dal 15 al 21: Capitoli 55-58 (Parte I); Parte II: Capitoli 1-16Settimana dal 22 al 28: Capitoli 17-52 (Parte II); Coda


    • Il 1954 è il primo anno della nostra epoca tanto che ci ritroviamo sessant'anni dopo con episodi storici di una similitudine sconcertante.Perfetto nel combinare il micro e il macro delle vicende di gente comune e di personaggi pubblici.Al momento il migliore Wu Ming che abbia letto.


    • Wu Ming, 54: la carrera de postas de la Historia1. La primera noticia de ellos vino desde Sangria [sangria/2010/08/critica-a-p]. Una reseña escueta, casi críptica sobre un grupo de creadores que, precisamente, quieren dejar de lado el secretismo tras la cortina de humo del anonimato.2. Los tipos tras el proyecto de Luther Blisset quisieron (desde 1994 a fines de la década cuando se disuelven) ser demiurgos. Y dentro de las capacidades humanas, lo consiguieron. Cosa interesante: el original Bl [...]


    • Are you sitting comfortably? Then I'll begin.Vittorio Capponi sided with Tito's partisans during the war and remained in Yugoslavia afterwards, but spoke in favour of Tito's rivals in Italy, Pierre, his younger son works miserably in his brother's bar and lives for dancing (and his affair with) .Angela, whose doctor husband is a leading light in the Communist Party Fefe, her brother is in a psychiatric hospital, under his brother in law's 'care' .Lucky Luciano is kicking his heels in Italy, fix [...]


    • "Epopea dei vinti", "elogio della sconfitta", "affresco di un’epoca”. Tre espressioni che ho letto in più o meno la metà delle recensioni dedicate a qualsiasi libro della produzione Wu Ming. Tutto giusto, tutto vero. Però c’è anche qualcosa in più.C’è la Storia dei popoli che da superumana si fa individuo. Parla per bocca dei personaggi, si nasconde nelle loro idiosincrasie ed abitudini, trapela dai loro pensieri. Diventa tangibile, quasi qualcosa con cui si possa instaurare una re [...]


    • Per me è il libro più bello e riuscito dei Wu Ming e credo che possa essere definito il “Romanzo Storico” contemporaneo. Non solo è ben scritto, ma fa pensare, fa venire voglia di sapere, di chiedere e soprattutto, non appena finito di leggerlo, avevo già voglia di rileggerlo.


    • I can't bring myself to give a rating to a book I never finished, but my god. 200 pages in and I still don't give a shit? This can't just be my fault.


    • Spring, 1954. Stalin is dead, the cold war is starting to take the shape it would hold for a generation to come, Joe McCarthy is kicking commie ass and taking names, the French are in trouble in Indochina, and in the free territory of Trieste between Italy and Slovenia the big boys are trying to wrap up the last of the unresolved border disputes following WWII. Of course, to do this, it helps if they have Tito on their side. And so the MI6 call in Tito's favourite movie star to convince him yes, [...]


    • Prendete Cary Grant, Lucky Luciano, Ivan Aleksandrovič Serov, Alfred Hitchcock, Tito e un paio di agenti segreti inglesi, mescolateli a un paio di comunisti italiani, ex partigiani alle prese con un governo che rischia lo smembramento di Trieste, aggiungete un paio di comparse tra cui il più fedele cane del mafioso citato, un televisore McGuffin Electric Deluxe, contrabbandieri e spie del KGBFrullate con pazienza. A questo punto i casi sono due: o esce fuori una gran patacca come la maionese i [...]


    • McGuffin TVIm Jahr 1954 in Italien verliebt sich der junge Tänzer Pierre in die schöne, aber verheiratete Angela. Von seinem Vater, der in Jugoslawien kämpfte, hat er seit einem Jahr keine Nachricht mehr. In Amerika bekommt der Schauspieler Cary Grant das „Angebot“ vom britischen Geheimdienst, eine Reise nach Jugoslawien zu unternehmen und dort den Regierungsführer Tito zu treffen. Ein echtes Filmangebot erhält er auch noch, er soll in Frankreich bei der Krimikomödie „Über den Däch [...]


    • 54 è un romanzo del collettivo Wu Ming pubblicato da Einaudi Stile Libero nel 2002. E' stato tradotto in inglese, olandese, spagnolo e portoghese, in tutte le edizioni è stato rilasciato sotto licenza Creative Commons BY-NC (Attribuzione Non Commerciale) e liberamente scaricabile in vari formati dal sito ufficiale della Wu Ming Foundation.Siamo nel 1954, tra Italia, Costa Azzurra, Jugoslavia e Unione Sovietica. La guerra fredda è cominciata, Stalin è appena morto e il maresciallo Tito si sta [...]


    • fantastico! mi è piaciuto moltissimo, il mio primo libro dei Wu Ming. ricchissimo, bellissimo, per me è stato uno di quei romanzi nei quali non vedi l'ora di rituffarti quando hai finito di fare quel che devi fare, storia avvincente e costruita su molti piani, moltissimi personaggi, quindi non distraetevi. non dico di più perché non serve, serve solo leggerlo. dispiace davvero di non poter passare dal bar Aurora a fare incazzare Bottone! le parti del romanzo ambientate a Bologna sono state l [...]


    • Kupio sam ovu knjigu u avgustu 2012. u Bariju i do danas je nisam pročitao zbog hiljadu razloga. Ali sad sam je skršio za par dana i bogami moram priznati da odavno ništa zanimljivije nisam čitao. Wu Ming je grupa anonimnih autora, nekada su se zvali Luther Bliseth projekat. Kroz knjigu defiluju Keri Grant, Tito, anonimusi iz jednog bara u Bolonji, šijuni MI6, KGB-a, a radnja je smještana u 1954. godinu, Francuska gubi u Indokini, Staljin je umro pa tenzije između SSSR i SFRJ počinju da [...]


    • Per quanto mi riguarda, il miglior romanzo dei Wu Ming (di quelli che ho letto, ovviamente). Gli ingredienti sono i soliti: romanzo storico, decine di personaggi, alcuni realmente esistiti. Le storie principali, all'inizio lontanissime e che poi finiscono col confluire in una unica, sono quelle di un mafioso che tenta di mettersi in proprio, e di un figlio alla ricerca del padre. Ciascuna di esse è a sua volta composta da altre micro-storie. Una vicenda a parte, ininfluente sullo svolgersi dell [...]


    • Aquí en podeu llegir la ressenya sencera, anys després!especulacionsapeudepagina Uau! Si pogués li fotria sis o set estrelles! Un llibre que feia temps corria per casa i que mai trobava el moment de llençar-m'hi. Un llibre que té de tot. Aventura, thriller.Any 1954, en plena Guerra Freda. Multitud de personatges i escenaris. Bolonya, Nàpols, Hollywood, Yugoslavia. Mafia, partisans, espies soviètics i britànics, Cary Grant, Lucky Luciano. La lluita per la recuperació de Trieste, les disp [...]


    • sarà che non avevo mai voglia di guerra e dopoguerra, sarà che gli anni '50 non mi hanno mai poi detto molto, ma non mici ero mai voluto addentrare. stella del mattino, tutta la discussione sul new italian epic, mi hanno messo un po' di curiosità, e ho provato a muovermi tra le prime pagine di 54. al di là del dibattito che ruota attorno alla letteratura in italia, al di là dell'epos, mi sono stupito nel ritrovare Q, l'intrigo, la spy story, i colpi. messi in scena con un taglio più cinema [...]


    • I discovered the Wu Ming collective when I bought a copy of The New Old Thing: ESP-Disk Free Jazz Anthology. Its liner notes were written by Wu Ming 1 (one of the collective's five writers.)I like 54's short-chapter format (usually four pages!) The numerous characters and their nicknames lost me from time to time, and there are frequent references to actual events, such as the murder of Wilma Montesi, whose purpose I never understood in the context of the story.Fans of historical fiction in the [...]


    • Ho letto il libro più volte e in assoluto è uno dei miei preferiti: ironico, imprevedibile, capace di mischiare glam hollywoodiano, leggende metropolitane (lo schiaffo cui, secondo la leggenda, luciano non avrebbe avuto il potere di rispondere), storia e cronaca. L'unica cosa stucchevole è l'ansia moralistica che si respira nelle riflessioni dell'apparecchio televisivo; si tratta di capitoli che trasudano didascalismo e un pathos di cui si farebbe volentieri a meno. Per il resto, perfetto.


    • A bold attempt to create a thriller by the collaborative effort of five anonymous writers. They almost succeed, although I thought the book could have been condensed somewhat. What also perplexed me is why they did not write under their own names and why they remained anonymous? Are these already famous-name literary authors trying to make a bit on the side by dabbling in genre fiction? Perhaps their next story will be "Who is Wu Ming?"


    • Alla fine chiudi il libro e pensi: Che Bello!Però devo ammettere che prima di decollare sono arrivato quasi a metà, a volte mi perdevo con tutti i vari nomi e soprannomi e spesso l'uso del dialetto bolognese in alcuni passaggi mi è sembrato forzato.



    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *